Home

 

       Bartolomeo Giachino                                           

GIACHINO risponde a FICO l’identità di una forza minoritaria non può bloccare economia e lavoro. Si preoccupi di fare applicare la Legge dello Stato che ha approvato la TAV o indica un Referendum intanto si sblocchino i Bandi degli appalti della TELT.
Se la TAV e’ una battaglia identitaria per il Paese l’on. FICO deve sapere che per la stragrande maggioranza del Paese la battaglia identitaria e’ la CRESCITA. Una forza minoritaria non può bloccare il Paese che è’ in recessione e che secondo la graduatoria di Eurostat sul PIL procapite vede le Regioni italiane superate da molte aree europee compresa Praga e Varsavia due Regioni ex comuniste.
Negli ultimi 20 anni abbiamo perso 20 punti di PIL procapite rispetto alla media europea.
Sulla TAV si è già perso troppo tempo e chi ci ha rimesso e’ il lavoro.
Il Piemonte che ha trainato lo sviluppo italiano per oltre 100 anni poi è l’ultima Regione del Centro Nord. Torino ha la più alta disoccupazione giovanile tra le Città del Centro Nord senza che le ultime amministrazioni se ne siano accorte.
Senza la TAV ,che interessa tutta la Pianura Padana,il Paese continuerà a perdere colpi e posti di lavoro.
Si vada al Referendum in contemporanea con le elezioni regionali piemontesi così non ci sarebbero spese aggiuntive.
Mi auguro che Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella,  si faccia garante del rispetto degli accordi internazionali .
Bartolomeo GIACHINO 
SITAV SILAVORO per il PIEMONTE.

 

Presidente CONTE ,
 
 
Ho letto che il Signor GRILLO, che vede il mondo dal Paese di Bocca di Rosa , e il Signor Di Battista che gira il mondo, Le chiedono di dire NO ALLA TAV. Forse il ricco comico non sa che negli ultimi 20 anni il nostro Paese ha perso 20 punti di PIL procapite rispetto alla media europea e non sa che il Piemonte ha un PIL inferiore a quello del 2001 e Torino e’ la Città con la più alta disoccupazione giovanile. La metà della Città si è impoverita. In questa situazione il Governo del cambiamento ha introdotto una norma che penalizza le auto prodotte in Italia. Come potranno dirle i Suoi colleghi Docenti di economia da solo il Reddito di Cittadinanza non rilancerà la economia e il lavoro in Piemonte .
Dire NO alla TAV significa privare il Nord del Paese a un Corridoio europeo trasversale che metterà in rete Manifattura , turismo e logistica italiana con un mercato come quello dell’EURASIA di quasi 3 miliardi di abitanti e un PIL  che rappresenta più del 40% del PIL mondiale.
Tutti i Presidenti del Consiglio, da Moro a Andreotti, da Goria a Berlusconi hanno sempre trovato mezz’ora per confrontarsi con le istanze della gente. Io Le scrivo a nome di 112.000 cittadini che hanno aderito alla Petizione SITAV. Non Le facciamo perdere tempo. Le potremo illustrare la realtà economica e le potenzialità di un’opera che da 30 anni tutte le Commissioni europee hanno definito strategica. Tra pochi giorni Lei riceverà il Premier Cinese che Le parlerà della Via della Seta ferroviaria. Senza la TAV la Via della Seta ferroviaria passerà sopra le Alpi con tanti saluti alle speranze dei nostri senza lavoro.
Abbiamo riempito due volte Piazza Castello di Torino a dire civilmente SI ALL CRESCITA. E’ l’unico modo per parlare con un Governo che ha ricevuto il mandato dal popolo? Mi auguro di NO.
La ringrazio molto della attenzione,
Bartolomeo GIACHINO
SITAV SILAVORO 
335.6063313
 

 

Nuova manifestazione pro Tav per l'iniziativa guidata da Bartolomeo GIACHINO   Giovedì 21 alle ore 12 la SìTav SìLavoro sarà a Roma in piazza Montecitorio per contestare i risultati dell'analisi costi e benefici. Lo ha detto lo stesso Giachino, leader dei SìTav, alla Conferenza sulla “Via della Seta”
 
"Per un Paese che negli ultimi vent’anni ha perso 20 punti di PIL procapite il lavoro è il primo problema mentre la crescita deve essere il primo obiettivo - ha spiegato Giachino -.  Dopo i risultati modesti di vent’anni di riforme occorre puntare sulle infrastrutture di trasporto che oltre a determinare la più grande ricaduta competitiva su tutti i settori della nostra economia possono determinare una crescita importante dei flussi turistici e logistici che portano con se crescita delle entrate fiscali, della economia e del lavoro. Turismo e Logistica valgono più di 1/5 del nostro PIL.
 
Il Corridoio Mediterraneo a Budapest incrocerà la Via della Seta ferroviaria e potrà consentire alle aziende italiane, a partire da quelle piemontesi di vendere i loro prodotti e i loro servizi in tutta l’Eurasia, un continente di quasi 3 miliardi di abitanti e con oltre il 40% del PIL mondiale".
Secondo uno studio di SìLavoro la realizzazione della TAV e della rete ferroviaria europea consentirà l’aumento della occupazione durante i lavori e genererà successivamente una crescita dei traffici turistici e logistici per almeno un punto di PIL e decine di migliaia di nuovi posti di lavoro. "Per il Piemonte che sta pagando pesantemente la chiusura di molte aziende e il venir meno della FIAT - ha aggiunto Giachino - nel silenzio di chi ha governato Torino e la Regione, la realizzazione della TAV è assolutamente prioritario come aveva intuito per primo Sergio Pininfarina. La prossima amministrazione regionale dovrà uscire dal lento tran tran di questi anni, dovrà riacquisire peso politico a Roma perché oggi come si vede dalla vicenda delle Olimpiadi e del Torneo APT, non contiamo nulla. Ovviamente la prossima amministrazione regionale dovrà valorizzare il ruolo logistico di Orbassano, dell’alessandrino e di Novara oltre a ultimare la Asti-Cuneo e realizzare la Tangenziale Est".
 
Informazioni al 335.6063313
Seguitemi su FB e su www.giachinobartolomeo.it

 

Per un Paese che negli ultimi vent’anni ha perso 20 punti di PIL procapite il LAVORO e’ il primo problema mentre la CRESCITA deve essere il primo obiettivo.  Dopo i risultati modesti di vent’anni di riforme occorre puntare sulle infrastrutture di trasporto che oltre a determinare la più grande ricaduta competitiva su tutti i settori della nostra economia possono determinare una crescita importante dei flussi turistici e logistici che portano con se crescita delle entrate fiscali , della economia e del lavoro.
Turismo e Logistica valgono più di 1/5 del nostro PIL.
Il Corridoio Mediterraneo a Budapest incrocerà la Via della Seta ferroviaria e potrà consentire alle aziende italiane di vendere i loro prodotti e i loro servizi in tutta L’Eurasia , un continente di quasi 3 miliardi di abitanti e con oltre il 40% del PIL mondiale.
Secondo uno studio di SILAVORO La realizzazione della TAV e della rete ferroviaria europea consentirà l’aumento della occupazione durante i lavori e genererà successivamente una crescita dei traffici turistici e logistici per almeno un punto di PIL e decine di migliaia di nuovi posti di lavoro. Per il Piemonte che sta pagando pesantemente la chiusura di molte aziende e il venir meno della FIAT , nel silenzio di chi ha governato Torino e la Regione, la realizzazione della TAV e’ assolutamente prioritario come aveva intuito per primo Sergio PININFARINA.  La prossima Amministrazione Regionale dovrà uscire dal lento tran tran di questi anni, dovrà riacquisire peso politico a Roma perché oggi come si vede dalla vicenda delle Olimpiadi e del Torneo APT , non contiamo una cippa.
Ovviamente la prossima Amministrazione Regionale dovrà valorizzare il ruolo logistico di Orbassano, dell’alessandrino e di Novara oltre a ultimare la Asti-Cuneo e realizzare la Tangenziale Est
Per questi motivi Giovedì 21 alle ore 12 come SITAV SILAVORO saremo in piazza  Montecitorio  a Roma a contestare la Analisi Costi e Benefici della TAV del Prof. Ponti.
Così Mino GIACHINO leader dei SITAV alla Conferenza sulla “Via della Seta” in corso presso RINASCIMENTO EUROPEO.
 
Mino GIACHINO 
SILAVORO SITAV 
335.6063313
Seguimi su FB e su www.giachinobartolomeo.it

Trasporti e logistica - Un motore di sviluppo da rilanciare

Trasporti e Logistica sono la terza filiera del nostro Paese, valgono oltre il 10% del PIL italiano e occupano quasi 1 milione di persone. A causa della carenza di infrastrutture e a causa di una organizzazione da riformare oggi la logistica italiana è meno competitiva di quella olandese o tedesca e incide del 20% in più' sui costi del nostro sistema produttivo. Rilanciare la logistica e i trasporti come fattore di competitività e crescita è l'impegno dell'ex sottosegretario ai trasporti.

Leggi tutti gli articoli su Trasporti e logistica

Economia e lavoro a Torino e in Piemonte

Torino e il Piemonte culla della industria e dello sviluppo economico del nostro Paese da anni crescono meno della media nazionale. Torino oggi è al primo posto per disoccupazione giovanile e per numero di cassaintegrati. GIACHINO che per primo nel 2008 lanciò l'allarme inascoltato da Fassino e Chiamparino, prosegue nel suo impegno. Dopo aver fatto la battaglia per porta a Torino l'Authority dei trasporti e perché l'Aeroporto di Torino non venisse declassato dal Governo Renzi ora si batte per la Tav, per il Terzo Valico e per riportare a Torino il Salone dell'Auto e della Tecnica.

Leggi tutti gli articoli su Economia e lavoro

Sicurezza stradale - Un impegno per la vita

L'Italia nel 2002 era al primo posto per incidenti e mortalità sulle strade (7.000 morti). Con due leggi del Governo Berlusconi, la Patente a punti del 2003 e la riforma del Codice della Strada del 2010 incidenti e morti sono dimezzati sino ai 3.200 del 2014. GIACHINO che ha seguito per conto del Governo a Berlusconi l'ultima riforma del Codice (legge 120/2010) prosegue il suo impegno a favore della vita è della sicurezza dei cittadini e degli automobilisti.

Leggi tutti gli articoli sulla Sicurezza stradale

Autotrasporto

E’ mia convinzione la necessità di una politica industriale del trasporto merci che lo strutturi maggiormente e lo renda competitivo a livello nazionale ed europeo, una politica che rilanci la crescita economica, sviluppi l'efficienza logistica e aumenti la domanda di trasporto per il sistema trasportistico italiano.

E una politica industriale del settore sarà tanto più forte quanto più sarà unito il mondo associativo e migliore il rapporto con la committenza.

Leggi tutti gli articoli sull'Autotrasporto

 

Piano Nazionale della Logistica

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - I edizione

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - II edizione

@MinoGiachino

Foto - Interviste - Video