Home

 

       Bartolomeo Giachino                                           

GIACHINO (F.I.): La Russia presente con il Primo Ministro, la Francia con Hollande, l'Italia manda il Ministro della Difesa?

Capita ai Governi di sbagliare a volte le valutazioni. 

È ciò che è capitato al nostro Governo quando ha deciso di mandare in sua rappresentanza per l'inaugurazione del raddoppio del Canale di Suez che consentirà alle mega navi porta containers in arrivo dall'Estremo oriente di dimezzare i tempi di attraversamento del Canale e consentirà il raddoppio delle navi che vi passeranno e che porteranno le merci prodotte in Oriente e dirette all'Europa e al contrario porteranno le merci prodotte dall'Europa verso l'Oriente, il Ministro della Difesa.

La Francia sarà presente alla inaugurazione con il Presidente della Repubblica Hollande, la Russia con il Primo Ministro Medvev e l'Italia la bravissima Roberta Pinotti esperta di difesa ma non di trasporti e logistica.

Un Canale di Suez che consentirà all'Egitto di raddoppiare i ricavi perché la globalizzazione porta ad una crescita continua della economia mondiale e quindi alla crescita delle merci trasportate.

La cittadinanza egiziana che ha creduto nell'opera al punto di finanziarne la realizzazione acquistando i Bond per la realizzazione del raddoppio mentre da noi una parte della popolazione in Val di Susa si oppone alla TAV e nell'alessandrino al Terzo Valico.

Oggi i porti italiani attraggono, a causa delle loro inefficienze e a causa della carenza di collegamenti infrastrutturali, solo il 6% della merce che attraversa il Canale di Suez mentre i porti del Nord Europa molto più efficienti e meglio collegati ne prendono la maggior parte è danno un forte contributo alla crescita economica e occupazionale di Olanda, Germania e Belgio.

Mentre il Paese dopo anni di decrescita pare destinato ad avere una crescita modesta nei prossimi anni riuscire a raddoppiare la merce attratta dai nostri porti ci darebbe maggiore crescita economica, maggiori entrate fiscali e maggiore domanda di trasporto e di logistica per le nostre aziende con la creazione di decine di migliaia di posti di lavoro. Ecco perché sarebbe stato più importante la presenza del Presidente Renzi e del Ministro dei Trasporti Delrio.

Voglio ricordare che il Canale di Suez un'opera fondamentale per ridurre i tempi di percorrenza tra l'Europa e l'Asia venne progettato dall'italiano Ing. Luigi Negrelli, venne inaugurato al suono della AIDA e per la sua inaugurazione l'armatore Rubattino portò con le sue navi la classe dirigente italiana dell'epoca.

Bartolomeo GIACHINO

Responsabile nazionale trasporti di Forza Italia

Torino, 06-08-2015

 

Trasporti e logistica - Un motore di sviluppo da rilanciare

Trasporti e Logistica sono la terza filiera del nostro Paese, valgono oltre il 10% del PIL italiano e occupano quasi 1 milione di persone. A causa della carenza di infrastrutture e a causa di una organizzazione da riformare oggi la logistica italiana è meno competitiva di quella olandese o tedesca e incide del 20% in più' sui costi del nostro sistema produttivo. Rilanciare la logistica e i trasporti come fattore di competitività e crescita è l'impegno dell'ex sottosegretario ai trasporti.

Leggi tutti gli articoli su Trasporti e logistica

Economia e lavoro a Torino e in Piemonte

Torino e il Piemonte culla della industria e dello sviluppo economico del nostro Paese da anni crescono meno della media nazionale. Torino oggi è al primo posto per disoccupazione giovanile e per numero di cassaintegrati. GIACHINO che per primo nel 2008 lanciò l'allarme inascoltato da Fassino e Chiamparino, prosegue nel suo impegno. Dopo aver fatto la battaglia per porta a Torino l'Authority dei trasporti e perché l'Aeroporto di Torino non venisse declassato dal Governo Renzi ora si batte per la Tav, per il Terzo Valico e per riportare a Torino il Salone dell'Auto e della Tecnica.

Leggi tutti gli articoli su Economia e lavoro

Sicurezza stradale - Un impegno per la vita

L'Italia nel 2002 era al primo posto per incidenti e mortalità sulle strade (7.000 morti). Con due leggi del Governo Berlusconi, la Patente a punti del 2003 e la riforma del Codice della Strada del 2010 incidenti e morti sono dimezzati sino ai 3.200 del 2014. GIACHINO che ha seguito per conto del Governo a Berlusconi l'ultima riforma del Codice (legge 120/2010) prosegue il suo impegno a favore della vita è della sicurezza dei cittadini e degli automobilisti.

Leggi tutti gli articoli sulla Sicurezza stradale

Autotrasporto

E’ mia convinzione la necessità di una politica industriale del trasporto merci che lo strutturi maggiormente e lo renda competitivo a livello nazionale ed europeo, una politica che rilanci la crescita economica, sviluppi l'efficienza logistica e aumenti la domanda di trasporto per il sistema trasportistico italiano.

E una politica industriale del settore sarà tanto più forte quanto più sarà unito il mondo associativo e migliore il rapporto con la committenza.

Leggi tutti gli articoli sull'Autotrasporto

 

Piano Nazionale della Logistica

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - I edizione

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - II edizione

@MinoGiachino

Foto - Interviste - Video