Home

 

       Bartolomeo Giachino                                           

AUMENTO INCIDENTI STRADALI / URGONO NUOVE NORME  per la SICUREZZA STRADALE 
Il ritardo dei Governi degli ultimi anni a prendere misure forti contro l’uso del telefonino alla guida di auto e TIR ha fatto troppe vittime della strada. Il lavoro parlamentare in corso e’ lento e lontano dal raggiungere la approvazione finale.
Così si è interrotto un percorso virtuoso iniziato nel 2003 con la PATENTE A PUNTI e nel 2010 con la Riforma del Codice che ha introdotto la Norma: “Chi guida non beve e chi beve non guida”, una norma che ha qualificato il mio compito di accompagnare la riforma per conto del Governo di allora.
Con quei  2 provvedimenti si ridussero incidenti stradali e i morti dai 7100
del 2001 si era arrivato ai 4114 del 2010. Grazie alla nuova norma e all’uso degli etilometri per l’acquisto dei quali stanziai fondi destinati al l’autotrasporto , nel 2013 la strage del sabato sera risultava più che dimezzata secondo la Polizia Stradale. I morti si riducevano a 3385 del 2014. 
La legge sull’omicidio stradale che Renzi pensava fosse la panacea di tutti i mali e’ stata importante ma ha inciso poco perché gli incidenti punitiviki con questa legge no arrivano al 10% del totale.
Ma i comportamenti negativi alla guida mutano come le malattie. 
Negli ultimi anni la maggioranza degli incidenti proviene dalla distrazione al volante causata essenzialmente dall’uso del cellulare alla guida, dall’invio  degli sms sino ai selfie e ora ai filmati fatti col telefonino mentre si è alla guida.
I Governi non sono stati pronti , anche a causa di timori elettorali , a aumentare le sanzioni così la diminuzione della mortalità si è arrestata.
Ricordo che per gli UNDER 40 la prima causa di morte sono gli incidenti stradali.
La situazione urge , a mio parere il Governo dovrebbe intervenire con decreto legge utilizzando i lavori della Commissione Trasporti è disponibile a modifiche in sede di conversione in legge. Ogni giorno che passa e le vittime aumentano a causa di comportamenti assurdi.
Il coraggio insieme alla competenza e alla visione e’ una qualità fondamentale dei politici che guardano prima di tutto al bene comune che in questo caso è la vita umana.
 
Mino GIACHINO 
Già Sottosegretario di Stato ai trasporti 
335.6063313

Trasporti e logistica - Un motore di sviluppo da rilanciare

Trasporti e Logistica sono la terza filiera del nostro Paese, valgono oltre il 10% del PIL italiano e occupano quasi 1 milione di persone. A causa della carenza di infrastrutture e a causa di una organizzazione da riformare oggi la logistica italiana è meno competitiva di quella olandese o tedesca e incide del 20% in più' sui costi del nostro sistema produttivo. Rilanciare la logistica e i trasporti come fattore di competitività e crescita è l'impegno dell'ex sottosegretario ai trasporti.

Leggi tutti gli articoli su Trasporti e logistica

Economia e lavoro a Torino e in Piemonte

Torino e il Piemonte culla della industria e dello sviluppo economico del nostro Paese da anni crescono meno della media nazionale. Torino oggi è al primo posto per disoccupazione giovanile e per numero di cassaintegrati. GIACHINO che per primo nel 2008 lanciò l'allarme inascoltato da Fassino e Chiamparino, prosegue nel suo impegno. Dopo aver fatto la battaglia per porta a Torino l'Authority dei trasporti e perché l'Aeroporto di Torino non venisse declassato dal Governo Renzi ora si batte per la Tav, per il Terzo Valico e per riportare a Torino il Salone dell'Auto e della Tecnica.

Leggi tutti gli articoli su Economia e lavoro

Sicurezza stradale - Un impegno per la vita

L'Italia nel 2002 era al primo posto per incidenti e mortalità sulle strade (7.000 morti). Con due leggi del Governo Berlusconi, la Patente a punti del 2003 e la riforma del Codice della Strada del 2010 incidenti e morti sono dimezzati sino ai 3.200 del 2014. GIACHINO che ha seguito per conto del Governo a Berlusconi l'ultima riforma del Codice (legge 120/2010) prosegue il suo impegno a favore della vita è della sicurezza dei cittadini e degli automobilisti.

Leggi tutti gli articoli sulla Sicurezza stradale

Autotrasporto

E’ mia convinzione la necessità di una politica industriale del trasporto merci che lo strutturi maggiormente e lo renda competitivo a livello nazionale ed europeo, una politica che rilanci la crescita economica, sviluppi l'efficienza logistica e aumenti la domanda di trasporto per il sistema trasportistico italiano.

E una politica industriale del settore sarà tanto più forte quanto più sarà unito il mondo associativo e migliore il rapporto con la committenza.

Leggi tutti gli articoli sull'Autotrasporto

 

Piano Nazionale della Logistica

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - I edizione

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - II edizione

@MinoGiachino

Foto - Interviste - Video