Home
A quasi due anni dalla approvazione della Riforma della portualita’, il decreto interministeriale attuativo dell’art.20 e che istituisce lo SPORTELLO UNICO DEI CONTROLLI nei nostri Porti e’ ancora fermo per dissensi burocratici tra il MEF e la Presidenza del Consiglio. 
In questo modo una burocrazia che dimentica l’interesse generale del Paese ci fa perdere PIL e posti di lavoro.
Tra i problemi che causano la inefficienza logistica del nostro Paese il primo e’ senza dubbio il tempo dovuto ai vari Controlli che la P.A.deve fare alla merce che deve essere verificata. Lo sportello unico atteso da anni serve a mettere finalmente attorno a un unico tavolo, coordinato dalle Dogane. Oggi questa mancanza di coordinamento costa la perdita di alcuni giorni , i Container rimangono fermi cosicche’ il sistema portuale e logistico italiano e’ giudicato dagli speditori internazionali meno competitivo, cosicche’ 800.000  Container diretti alla Pianura Padana scelgono di arrivare ai porti del Nord Europa , dove li sistema dei controlli e’ più celere . Tutto ciò ci fa perdere , tra tasse portuali, quota Iva e lavoro logistico, ben 6 miliardi di PIL. 
Una cosa assurda se pensiamo che siamo al penultimo posto per tasso di crescita e se pensiamo ai milioni di disoccupati.
 
Così il responsabile nazionale trasporti di Forza Italia   Mino GIACHINO

 

Trasporti e logistica - Un motore di sviluppo da rilanciare

Trasporti e Logistica sono la terza filiera del nostro Paese, valgono oltre il 10% del PIL italiano e occupano quasi 1 milione di persone. A causa della carenza di infrastrutture e a causa di una organizzazione da riformare oggi la logistica italiana è meno competitiva di quella olandese o tedesca e incide del 20% in più' sui costi del nostro sistema produttivo. Rilanciare la logistica e i trasporti come fattore di competitività e crescita è l'impegno dell'ex sottosegretario ai trasporti.

Leggi tutti gli articoli su Trasporti e logistica

Economia e lavoro a Torino e in Piemonte

Torino e il Piemonte culla della industria e dello sviluppo economico del nostro Paese da anni crescono meno della media nazionale. Torino oggi è al primo posto per disoccupazione giovanile e per numero di cassaintegrati. GIACHINO che per primo nel 2008 lanciò l'allarme inascoltato da Fassino e Chiamparino, prosegue nel suo impegno. Dopo aver fatto la battaglia per porta a Torino l'Authority dei trasporti e perché l'Aeroporto di Torino non venisse declassato dal Governo Renzi ora si batte per la Tav, per il Terzo Valico e per riportare a Torino il Salone dell'Auto e della Tecnica.

Leggi tutti gli articoli su Economia e lavoro

Sicurezza stradale - Un impegno per la vita

L'Italia nel 2002 era al primo posto per incidenti e mortalità sulle strade (7.000 morti). Con due leggi del Governo Berlusconi, la Patente a punti del 2003 e la riforma del Codice della Strada del 2010 incidenti e morti sono dimezzati sino ai 3.200 del 2014. GIACHINO che ha seguito per conto del Governo a Berlusconi l'ultima riforma del Codice (legge 120/2010) prosegue il suo impegno a favore della vita è della sicurezza dei cittadini e degli automobilisti.

Leggi tutti gli articoli sulla Sicurezza stradale

Autotrasporto

E’ mia convinzione la necessità di una politica industriale del trasporto merci che lo strutturi maggiormente e lo renda competitivo a livello nazionale ed europeo, una politica che rilanci la crescita economica, sviluppi l'efficienza logistica e aumenti la domanda di trasporto per il sistema trasportistico italiano.

E una politica industriale del settore sarà tanto più forte quanto più sarà unito il mondo associativo e migliore il rapporto con la committenza.

Leggi tutti gli articoli sull'Autotrasporto

 

Piano Nazionale della Logistica

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - I edizione

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - II edizione

@MinoGiachino

Foto - Interviste - Video