Home

 

       Bartolomeo Giachino                                           

Ho appena ideato e firmato la petizione "Danilo Toninelli: Migliorare i TRASPORTI PUBBLICI. I PENDOLARI non sono figli di un Dio minore." e vorrei chiederti di aiutarci aggiungendo il tuo nome.
Il nostro obiettivo è quello di raggiungere migliaia di firme e abbiamo bisogno del tuo sostegno. Puoi saperne di più e leggere la petizione qui:
 
 
Grazie!
Bartolomeo GIACHINO 
335.6063313
Seguimi su FB e su www.giachinobartolomeo.i
Il libro di Marco Ponti e Francesco Ramella fornisce dati importanti e utili per la politica dei trasporti ma l’ottica che utilizzano non guarda assolutamente all’interesse generale del Paese che deve rilanciare la sua economia  e del  lavoro , nella sostenibilità cioè riducendo l’inquinamento e la incidentalità stradale.  
Gli interventi svolti rafforzano le perplessità sulla Analisi Costi e Benefici svolta sulla TAV. 
Non si tiene conto che la TAV e’ una parte di una Grande Rete di Trasporto europea su rotaia che mira proprio a creare una rete efficiente che diminuisca l’inquinamento e la congestione del traffico,che genera come e’ noto di molti incidenti stradali che in Italia costano al nostro Paese ben 30 miliardi di euro l’anno .
Cavour quando decise il Primo Traforo Ferroviario del mondo utilizzo criteri completamente diversi. La Storia e la crescita economica del nostro Paese ha dato largamente ragione a Cavour..
Il punto debole che inficia la bontà della Analisi di Ponti e’ la durata troppo breve dei benefici e la influenza sul sistema economico e trasportistico europeo.
Come si possono conteggiare i benefici di un’opera che metterà in rete altri 4 Corridoi Ferroviari europei, uno in Francia e gli altri 3 nel nostro Paese, solo per 25anni?
E’ evidente che se la Analisi fosse stata calcolando i benefici solo per 50 anni il risultato sarebbe diverso . Ancor di più se si misurassero  i benefici in 75 anni.
Teniamo conto che l’attuale Traforo ferroviario del Frejus, costruito con le tecniche del 1800, funziona da 148 anni.
E’ chiaro che questa analisi fa da sfondo alla linea della Decrescita che i disoccupati e i cassaintegrati ci ricordano ogni giorno essere infelice.
Il nostro Paese a causa delle carenze infrastrutturali, malgrado abbia un grande sistema portuale , e’ quello che ha usufruito di meno del raddoppio del Canale di Suez e continua a perdere almeno 600.000 Container destinati alla Pianura Padana a favore dei Porti del Nord Europa. La perdita di questi traffici costa al nostro Paese almeno 6 miliardi di euro l’anno.
In sintesi alla analisi manca il valore essenziale per una decisone politica della prospettiva di un Paese , che vuole essere connesso col mercato mondiale, e gli anni di benefici che ci daranno le opere.
Secondo i calcoli di SILAVORO la realizzazione dei Corridoi Ferroviari europei e della nuova Diga al porto di Genova , darà all’Italia un contributo di maggiore crescita di 1 punto di PIL all’anno .
 
Mino GIACHINO 
SILAVORO SITAV 
335.6063313
Seguimi su FB e su www.giachinobartolomeo.it
Nel dopoguerra due manifestazioni in due mesi nella stessa Città non si erano mai viste . Due Manifestazioni che hanno ottenuto due grandi risultati , di far emergere la Maggioranza Silenziosa a favore della CRESCITA della economia e del Lavoro e oggi con la presenza della LEGA abbiamo la certezza di salvare la TAV.
Le forze politiche debbono prendere atto che c’è una società civile che muovendosi con il rispetto  delle Istituzioni e con competenza oggi è più avanti. 

Alla vigilia della nuova manifestazione pro Tav a Torino, Mino Giachino torna a esprimere dubbi e perplessità a proposito dell’analisi costi-benefici consegnata al governo dall’equipe diretta dal professor Ponti.

“L’analisi è insufficiente perché valuta i vantaggi dell’opera solo su un arco temporale di 25 anni”, sostiene il presidente dell’associazioneSilavoro SiTav. “Come si fa a valutare i benefici di un’opera grandiosa solo in 25 anni?”.

Trasporti e logistica - Un motore di sviluppo da rilanciare

Trasporti e Logistica sono la terza filiera del nostro Paese, valgono oltre il 10% del PIL italiano e occupano quasi 1 milione di persone. A causa della carenza di infrastrutture e a causa di una organizzazione da riformare oggi la logistica italiana è meno competitiva di quella olandese o tedesca e incide del 20% in più' sui costi del nostro sistema produttivo. Rilanciare la logistica e i trasporti come fattore di competitività e crescita è l'impegno dell'ex sottosegretario ai trasporti.

Leggi tutti gli articoli su Trasporti e logistica

Economia e lavoro a Torino e in Piemonte

Torino e il Piemonte culla della industria e dello sviluppo economico del nostro Paese da anni crescono meno della media nazionale. Torino oggi è al primo posto per disoccupazione giovanile e per numero di cassaintegrati. GIACHINO che per primo nel 2008 lanciò l'allarme inascoltato da Fassino e Chiamparino, prosegue nel suo impegno. Dopo aver fatto la battaglia per porta a Torino l'Authority dei trasporti e perché l'Aeroporto di Torino non venisse declassato dal Governo Renzi ora si batte per la Tav, per il Terzo Valico e per riportare a Torino il Salone dell'Auto e della Tecnica.

Leggi tutti gli articoli su Economia e lavoro

Sicurezza stradale - Un impegno per la vita

L'Italia nel 2002 era al primo posto per incidenti e mortalità sulle strade (7.000 morti). Con due leggi del Governo Berlusconi, la Patente a punti del 2003 e la riforma del Codice della Strada del 2010 incidenti e morti sono dimezzati sino ai 3.200 del 2014. GIACHINO che ha seguito per conto del Governo a Berlusconi l'ultima riforma del Codice (legge 120/2010) prosegue il suo impegno a favore della vita è della sicurezza dei cittadini e degli automobilisti.

Leggi tutti gli articoli sulla Sicurezza stradale

Autotrasporto

E’ mia convinzione la necessità di una politica industriale del trasporto merci che lo strutturi maggiormente e lo renda competitivo a livello nazionale ed europeo, una politica che rilanci la crescita economica, sviluppi l'efficienza logistica e aumenti la domanda di trasporto per il sistema trasportistico italiano.

E una politica industriale del settore sarà tanto più forte quanto più sarà unito il mondo associativo e migliore il rapporto con la committenza.

Leggi tutti gli articoli sull'Autotrasporto

 

Piano Nazionale della Logistica

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - I edizione

Libro di Giachino Bartolomeo - Logistica e Trasporti - II edizione

@MinoGiachino

Foto - Interviste - Video